Roma,
04
Giugno
2019
|
11:17
Europe/Rome

TOYOTA E LEXUS IN PISTA AL COMPANY CAR DRIVE 2019

Riepilogo
  • Anche quest’anno Toyota e Lexus presenti alla ottava edizione del Company Car Drive, incontro annuale che ha visto quest’anno la partecipazione di circa 750 Fleet Manager e 21 brand automobilistici
  • Toyota e Lexus hanno partecipato con diversi modelli, tra i quali la Mirai - prima berlina alimentata ad idrogeno e prodotto in serie - e circa 300 test drive effettuati

Il 22 e 23 maggio sì è svolta presso il Monza ENI Circuit l’ottava edizione del Company Car Drive, appuntamento annuale e momento di confronto tra i responsabili delle flotte aziendali con le case automobilistiche e gli operatori del settore automobilistico (come società di noleggio, di leasing, di servizi telematici e di navigazione). Le due giornate non sono state solo un’occasione per provare i prodotti ma anche per confrontarsi in momenti di aula e seminari su temi specifici con aziende che, ad ampio spettro, operano nel settore automobilistico.

Toyota partecipa a questo evento dal 2015 e quest’anno ha potuto registrare un incremento del 30% dei test drive effettuati, con l’ausilio dei piloti della Toyota Driving Academy.

Toyota è stata presente con Corolla, RAV4, C-HR, Proace Verso, Hilux, Land Cruiser e la nuova Mirai, prima berlina alimentata ad idrogeno prodotta in serie. Per Lexus all’appello presenti tutti i modelli in gamma, tra i quali il nuovissimo SUV compatto Lexus UX, lanciato sul mercato italiano a marzo. Per Toyota l’evento ha rappresentato l’occasione per presentare la strategia di Toyota per la mobilità sostenibile e per far comprendere i reali benefici delle tecnologia Full Hybrid Electric, che rappresenta la piattaforma tecnologica di riferimento di tutte le proprie versioni elettrificate.

“A questo evento ogni anno partecipiamo con grande entusiasmo perché siamo convinti che sia una ulteriore opportunità per la nostra azienda di parlare di ibrido, di mobilità sostenibile e di soluzioni tecnologiche in termini di connettività e di sicurezza dei veicoli – dichiara Massimiliano Loconzolo, Senior Manager Reparto Flotte e Usato di Toyota Motor Italia. Stiamo introducendo con il lancio dei nuovi modelli (RAV4 Hybrid, Corolla Hybrid e UX Hybrid) il nuovo modulo di trasmissione Data Communication Module (DCM) attraverso il quale saremo in grado quindi di offrire dei nuovi servizi relativi alla geo localizzazione della vettura, pianificazione itinerari e verifica dello stato della vettura sempre con l’App MyT. Vediamo che grazie a queste attività di networking riusciamo a far conoscere meglio la nostra tecnologia ed il valore che essa esprime, e possiamo verificare nei numeri come questo valore aggiunto inizi davvero a trovare riscontro sul mercato flotte”.

 

 

Toyota è leader mondiale del mercato elettrificato con oltre 13 milioni di vetture ibrido-elettriche vendute nel mondo dal 1997. Questo conferma un impegno concreto nel contribuire a realizzare una mobilità sostenibile, grazie all’abbattimento dei climalteranti (CO2) e dei fattori inquinanti nocivi per la salute dell’uomo (NOx). Le emissioni di NOx sono infatti inferiori di oltre il 90% rispetto al limite previsto dalla vigente normativa, ad esempio su Yaris Hybrid le emissioni di ossidi di azoto sono solamente 6 mg/Km, rispetto al limite previsto dei 60 mg/KM delle vetture benzina Euro6 e deli 80 mg/KM dei diesel Euro6. Yaris Hybrid, come tutta la gamma Full Hybrid Electric Toyota, è già omologata secondo la nuova normativa di omologazione WLTP in vigore dal 1° settembre 2018. La teconologia Full Hybrid Electric è di semplice utilizzo, capace di gestire in modo autonomo la sinergia di funzionamento tra motore termico e motore elettrico, in modo esclusivo o combinato, nell’ottico del miglior compromesso possibile tra efficienza energetica, emissioni, e prestazioni di guida.

Toyota crede inoltre nella realizzazione di una società totalmente sostenibile, nella quale ognuno possa superare i propri limiti avvalendosi di sistemi di mobilità che non siano legati soltanto alle automobili e che consentano di muoversi liberamente e senza ostacoli e barriere, fisiche e sociali. E’ questo l’obiettivo della campagna globale ‘Start Your Impossible’, attraverso la quale Toyota promuove il valore della inclusività [Mobility for All]. In quest’ottica è stato scelto in Italia il Toyota Team, formato da atleti italiani appartenenti alle varie discipline Olimpiche e Paralimpiche italiane.