Monte Carlo, Monaco ,
19
Ottobre
2016
|
12:00
Europe/Rome

VITTORIA STORICA PER LA TOYOTA MIRAI ALL’E-RALLY DI MONTECARLO

  • Artur Prusak e Thierry Benchetrit hanno conquistato il gradino più alto del podio al primo e-Rally di Montecarlo, tra Fontainebleau e Monaco, al volante di una Toyota Mirai.
  • Le tre Mirai schierate da Toyota France, di cui una guidata dal Sindaco di Monaco Georges Marsan, hanno tutte portato a termine la gara dopo aver percorso oltre 1.000 chilometri.
  • Grazie alla stazione di rifornimento mobile sviluppata da Air Liquide, la performance delle tre Mirai ha dimostrato l’affidabilità del pacco celle a idrogeno anche sulle lunghe distanze.

Prima vettura alimentata a idrogeno a partecipare all’evento, la Mirai pilotata da Artur Prusak e Thierry Benchetrit ha tagliato per prima il traguardo dopo aver percorso oltre 1.000 chilometri.

Organizzato dal Monaco Automobile Club, dal 12 al 16 ottobre tra Fontainebleau e Monaco, l’e-Rally di Montecarlo è una gara rallistica organizzata in base ai regolamenti FIA e accessibile soltanto alle vetture a ‘zero emissioni’. 35 i team iscritti, provenienti da nove paesi diversi, prevalentemente con vetture elettriche. Le tre Mirai schierate da Toyota France sono riuscite a completare la gara confermando la performance, l’affidabilità e la capacità delle celle a combustibile sulle lunghe distanze. Si è trattato infatti della maggiore distanza mai percorsa in Francia da vetture alimentate a idrogeno.

Già campioni del Mondiale FIA Alternative Energies nel 2015 e 2016 e vincitori del Rally Montecarlo New Energies nel 2013 al volante della Toyota Prius, Artur Prusak e il suo co-pilota Thierry Benchetrit, hanno aggiunto un nuovo trofeo alla loro personale bacheca, facendo della Mirai la prima vettura a idrogeno a vincere una gara FIA.

Queste le parole dei protagonisti: “Siamo felici per la vittoria perché arrivata nel primo vero rally mai organizzato per vetture a ‘zero emissioni’, e soprattutto perché siamo riusciti ad ottenerla con la prima macchina a idrogeno a parteciparvi. La Toyota Mirai si è comportata benissimo per tutta la gara: è potente e performante tanto nei tratti autostradali quanto sui percorsi misti e sinuosi, inoltre l’autonomia di oltre 500 chilometri è fondamentale per limitare i rifornimenti.”.

Una seconda Toyota Mirai, fornita da Air Liquide e contraddistinta dal numero 1, è stata pilotata dal Sindaco di Monaco Georges Marsan e dal suo assistente e co-pilota Jacques Pastor, ed ha concluso la gara con un ottimo sesto posto. Queste le parole di Marsan: “Era la mia prima partecipazione a un rally e la prima di una vettura a idrogeno. Ci siamo divertiti moltissimo, la Mirai ha dimostrato che sostenibilità può anche essere sinonimo di performance. Il successo di questo test rappresenta un ulteriore passo in avanti per la commercializzazione delle vetture a idrogeno. L’Amministrazione del Principato è orgogliosa di aver preso parte a quest’avventura e dell’ottimo risultato ottenuto.”.

La terza Mirai schierata da Toyota France, affidata a un team di giornalisti francesi, si è piazzata all’undicesimo posto e avrebbe fatto sicuramente meglio se non fosse incappata in un errore di navigazione in una delle prime fasi di gara. Le performance della vettura hanno però permesso al team di recuperare terreno nelle fasi finali.

Toyota Mirai è attualmente in vendita in sette paesi europei: Germania, Danimarca, Regno Unito, Svezia, Norvegia, Belgio e Paesi Bassi.

Il Italia prosegue il percorso con le istituzioni che punta a favorire la diffusione dell’idrogeno per autotrazione e rivedere le normative che regolano la pressione di stoccaggio dei gas.