Roma,
27
Aprile
2021
|
15:48
Europe/Rome

ACCORDO TRA TOYOTA, SUZUKI, SUBARU, DAIHATSU E MAZDA PER LO SVILUPPO DI DISPOSITIVI DI COMUNICAZIONE PER I VEICOLI DI NUOVA GENERAZIONE

I sistemi di comunicazione devono essere standardizzati per fornire tempestivamente servizi connessi più efficienti e sicuri

Suzuki Motor Corporation (Suzuki), Subaru Corporation (Subaru), Daihatsu Motor Co. Ltd. (Daihatsu), Toyota Motor Corporation (Toyota) e Mazda Motor Corporation (Mazda) hanno raggiunto un accordo per lo sviluppo congiunto di specifiche tecniche dei sistemi di comunicazione dei veicoli di nuova generazione e per promuovere la diffusione di questi sistemi finalizzati alla standardizzazione di servizi di connettività più efficienti e sicuri.

Nell’era di profonda trasformazione del settore automotive determinata dai fattori CASE (Connettività, Automatizzazione, Condivisione ed Elettrificazione), si stanno compiendo rapidi progressi nell’ambito della connettività, in relazione agli aspetti di comunicazione e gestione dei dati, inclusi servizi cloud, IoT, big data e intelligenza artificiale. I singoli produttori di automobili stanno sviluppando in maniera autonoma dispositivi di connettività per i propri veicoli e, anche nei casi in cui essi hanno le stesse funzionalità (per esempio il controllo da remoto), ogni azienda sta seguendo un approccio diverso.

Grazie a questo progetto congiunto, le aziende che ne sono parte saranno in grado di fornire al più presto ai clienti servizi connessi più sicuri, efficienti e adeguati alle necessità, sviluppando più velocemente insieme dispositivi di comunicazione dei veicoli - la base dei sistemi di connettività delle vetture - concentrandosi invece internamente sullo sviluppo di applicazioni e servizi su questa piattaforma comune.

Attualmente, Suzuki, Subaru, Daihatsu e Mazda, integrano le rispettive tecnologie su quelle sviluppate da Toyota. Grazie a questo progetto costruiranno insieme sistemi per le auto connesse di nuova generazione con specifiche comuni di connessione tra veicoli e reti. Di conseguenza, stabilizzando ulteriormente la qualità dei dispositivi e della comunicazione tra i veicoli, sarà possibile fornire ai clienti servizi di connessione migliori, in termini per esempio di velocità della connessione e qualità del segnale. Allo stesso tempo, sarà possibile ridurre i costi di sviluppo di ognuna delle aziende che partecipa al progetto, semplificare il funzionamento del sistema e gli aggiornamenti con nuove funzioni aggiuntive, ottimizzando le risorse necessarie in termini di strutture e personale.

 

                                                                                 Schema operativo dei servizi connessi

 

Suzuki, Subaru, Daihatsu, Toyota e Mazda prenderanno in considerazione la collaborazione con altri partner affini per questo progetto congiunto, continuando i propri sforzi nello sviluppo di servizi che migliorino la qualità della vita delle persone.

Obiettivi SDG sui quali questo progetto apporta il proprio contributo